Info Associazione

Scritto da Super User. Postato in Blog

Il Carpino Folk Festival, il festival della musica popolare e delle sue contaminazioni si presenta...

Al centro del sistema insediativo distribuito a corona intorno al lago di Varano, lungo la strada pedecollinare che lambisce l’anfiteatro naturale costituito da Capoiale, San Nicola di Varano, Cagnano Varano, Ischitella, Vico del Gargano fino a Rodi Garganico, in posizione rialzata e panoramica sul Poggio Pastromele si è realizzato un incontro di saperi, di generazioni, di competenze e di stimoli ideali che ha permesso a Carpino, grazie ai suoi cantori e all’intera comunità, di divenire una sorta di santuario simbolico dell’“altra musica”. Il suo patrimonio è una memoria vivente che rappresenta un esempio di buona pratica nelle relazioni interpersonali. Una memoria orale di storie, canti e balli tessuta su tre forme principali di tarantelle (Viestesana, Montanara, Rodiana) e sulle loro varianti espressive (Rodianella e Cagnanese), utilizzate indifferentemente per cantare li sunèttë con l’accompagnamento degli strumenti tipici della tradizione musicale garganica: la chitarra battente, la chitarra francese, il tamburello e le castagnole.
Un’ulteriore forma di espressione è costituita dalla canzunë, un canto a distesa che, accompagnato dalla sola chitarra battente, rappresentava il corpo centrale e il punto più colto della serenata. Se, infatti, questo patrimonio musicale, recitato a cappella, era funzionale ai lavori nei campi, accompagnato dagli strumenti musicali serviva “a portare la serenata”, per dichiararsi o ufficializzare un rapporto di fidanzamento.
Oggi resta la funzione sociale del cantare, suonare e ballare soprattutto come forma di divertimento e di socializzazione durante le occasioni festive e festivaliere.
L'Associazione Culturale Carpino Folk Festival partendo dallo studio sessantennale degli etnomusicologi e dei ricercatori che sono passati da Carpino e grazie all’apporto di chi si è inserito in questa comunità in modo partecipativo, tenta da due decenni di ricostruire il tessuto della memoria comunitaria agendo a quattro livelli: come figli della comunità che continuano a vivere il territorio insieme alle precedenti generazioni; come ricercatori che documentano la memoria orale di storie, canti e balli; come suonatori che promuovono l’aggregazione sociale nel territorio e come operatori culturali che mediano tra la tutela e la valorizzazione di questo immenso patrimonio culturale, ancora in grado fattivamente di provvedere ai bisogni fondamentali della comunità stessa.

L'Associazione Culturale Carpino Folk Festival, d’ora in avanti Associazione, è un organismo di utilità sociale senza scopo di lucro che si prefigge di salvaguardare il patrimonio culturale immateriale garganico e italiano in genere operando a favore della trasmissione fra le generazioni.
Fin dal 1996, in particolare:
• realizza annualmente - nella prima decade di agosto - il festival della musica popolare e delle sue contaminazioni denominato “Carpino Folk Festival”;
• identifica e documenta i beni culturali immateriali sia attraverso attività di ricerca sia mediante la raccolta di documentazione scritta, fotografica, audio e visuale
• svolge attività di studio, di promozione, sia direttamente, sia organizzando o favorendo riunioni, convegni, seminari, mostre, iniziative artistiche e manifestazioni culturali e musicali in Italia e all'Estero - per la miglior conoscenza e la divulgazione delle attività culturali legate alle tradizioni popolari, il tutto sia agendo direttamente che partecipando ad iniziative di terzi o riconoscendone la legittimità, o anche concedendo sovvenzioni, premi o borse di studio;
• crea e gestisce archivi cartacei e elettronici per la conservazione e consultazione delle opere legate alle tradizioni musicali popolari;
• cura, pubblica e gestisce siti internet per la divulgazione delle opere legate alle tradizioni musicali popolari;
• compie operazioni di vigilanza per la tutela dell'immagine dell'opere artistiche legate alle musiche popolari, vagliando tutto ciò che viene realizzato con riferimento alla musica tradizionale del Gargano.

RAPPORTI DI RETE
Livello Regionale - Il Carpino Folk Festival, insieme a Legambiente FestambienteSud, Orsara JAZZ, al Festival d’arte Apuliae e a Suoni in Cava è fondatore del primo Consorzio tra operatori del settore della cultura, dello spettacolo e dell’arte in Puglia: "5FSS - CONSORZIO PER LA PROMOZIONE DELLA QUALITÀ CULTURALE NEL TERRITORIO".
L'unione di 5 festival capaci di richiamare d’estate sul Gargano e sui Monti Dauni oltre 200.000 amanti di musica etnica e popolare, i fans del jazz e del rock ma anche gli appassionati di teatro e del cinema senza dimenticare l'enogastronomia e le bellezze architettoniche e naturalistiche.
Livello Nazionale - Il Carpino Folk Festival è tra i fondatori del "COMITATO PER LA PROMOZIONE DEL PATRIMONIO IMMATERIALE" (ICHNet) - un'organizzazione senza fini di lucro che si ispira ai principi dell'UNESCO e opera nel campo della salvaguardia e della valorizzazione sostenibile del patrimonio culturale immateriale, della promozione dei diritti culturali, la protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali.
Fanno parte di ICHNet associazioni culturali, gruppi e singoli che in tutta Italia operano a favore della libertà di espressione culturale e creativa delle persone e delle comunità perché convinte che la cultura sia l'unico potente strumento a nostra disposizione per migliorare l'esistente e per costruire una società più equa e rispettosa dei diritti umani.
Livello Internazionale - Il Carpino Folk Festival è un'Associazione accreditata (a Nairobi nel corso della 5 sessione del 15/19 Novembre 2010) come ONG consultiva del Comitato intergovernativo per la Salvaguardia del patrimonio culturale immateriale dell'Unesco.

Le istituzione che in questi anni hanno dato il proprio contributo ai progetti dell’Associazione sono:
- la Comunità Europea
- la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Gioventù
- il Ministero per i Beni e le Attività Culturali
- la Regione Puglia
- la Provincia di Foggia
- l'Ente Parco Nazionale del Gargano
- il Comune di Carpino
- il Comune di Cagnano Varano
- il Comune di Rodi Garganico
- il Comune di Peschici
- il Comune di Vieste
- il Comune di Ortanova
- il Comune di Poggio Imperiale
- la Comunità Montana del Gargano
- il Gal Gargano
- l'Associazione Nazionale Comuni Italiani

Organo ufficiale di divulgazione dell’Associazione è il sito web: www.carpinofolkfestival.com
La pagina facebook (www.facebook.com/CarpinoFolkFestivalUfficiale) conta, al momento in cui scriviamo, oltre 12.361 fan.

L'Ass. Cult. Carpino Folk Festival è composta da
- associati fondatori
- associati onorari
- associati ordinari
- associati sostenitori

Possono essere soci dell'associazione i cittadini italiani e stranieri residenti in Italia, di comportamento e di sentimenti democratici. Potranno, inoltre, essere soci Associazione e Circoli aventi attività e scopi non in contrasto con quelli dell'associazione "CARPINO FOLK FESTIVAL".

Gli associati fondatori e onorari compongono l'organo Assembleare. L'organo amministrativo (comitato direttivo) è composto da cinque membri eletti fra i soci e funge da Consiglio di Amministrazione.
Attualmente in carica sono:
Attualmente in carica sono: Presidente, Mario Pasquale Di Viesti, Antonio Manzo, Vice Presidente. Alessandro Sinigagliese,  Maria Giangualano e Rosanna Sacco gli altri componenti.
Luciano Castelluccia è il Direttore Artistico dal 1998

L'Associazione Culturale Carpino Folk Festival detiene tutti i diritti di copyright sulla denominazione "Carpino Folk Festival" e sul logo della manifestazione, pertanto ne verifica il corretto e legittimo uso in conformità con gli scopi statutari.

Il logo e la denominazione "Carpino Folk Festival" sono stati registrati presso l'UPICA (Ufficio Provinciale Industria Commercio e Artigianato) della Camera di Commercio della Provincia di Foggia.
Nel caso di uso non autorizzato della denominazione e del logo del "Carpino Folk Festival", il rappresentante legale dell'Associazione Culturale Carpino Folk Festival intima la immediata cessazione dell'uso nonchè la distruzione di ogni materiale relativo, avviando un'immediata azione legale.
In occasione di convegni, iniziative culturali, spettacoli ed attività svolte compatibilmente con le finalità dell'Associazione Culturale Carpino Folk Festival, il Comitato Direttivo, può concedere in uso il logo del Carpino Folk Festival in modo gratuito purchè rispetti il principio della temporaneità e non sia legato ad iniziative commerciali.

Associazione Culturale Carpino Folk Festival
Sede Operativa : Via Mazzini, 201 71010 Carpino (FG)
Fax : 0884 997379

Email Mario Pasquale Di Viesti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Email Luciano Castelluccia: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Email Alessandro Sinigagliese: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Email informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PROGRAMMA CARPINO FOLK FESTIVAL 2018 - XXIII EDIZIONE

Scritto da Super User. Postato in Blog

Sei giorni di spettacoli ed eventi, centoventi artisti pronti ad alternarsi: sono i numeri della ventitreesima edizione del Carpino Folk Festival, il festival free organizzato dall’omonima Associazione Culturale, che torna sul Gargano dal 6 all’11 agosto con tanti eventi, tutti accessibili a titolo rigorosamente gratuito. Tra laboratori musicali e attività ricreative in bike, lezioni di taranta atelier e concorso fotografico, incontri e presentazione editoriali, mostre e spettacoli, concerti e dj set, il Carpino Folk Festival è pronto a regalare sei giorni di musica e cultura, con una full immersion nella natura del Parco Nazionale del Gargano, a soli 15 minuti di automobile sia dalla grande riserva naturale della Foresta Umbra, sia dalle spiagge più belle della Puglia: levante e ponente di Rodi Garganico con la sabbia fine e dorata, la spiaggia Zaiana con i suoi trampolini naturali, Manaccora e Cala Lunga sempre a Peschici ed ancora Porto Greco a Vieste e Baia delle Zagare a Mattinata.

➡️ LINE UP COMPLETA DEL CARPINO FOLK FESTIVAL 2018
✔ 6 Agosto
Cantar Viaggiando ➡️ treno San Severo – San Menaio
Un viaggio slow a bordo dei treni delle Ferrovie del Gargano
Ore 19.00 – Conversazione con TONY DI CORCIA, autore del libro “La femmina è meravigliosa. Vita impaziente di Andrea Pazienza”, Cairo Editore, accompagnato dalla chitarra battente di VALENTINA LATIANO

Paesaggi Sonori ➡️ Stazione di San Menaio
Camminando… raccontando il paesaggio attraverso la musica, la danza, la letteratura, il teatro
Ore 22.00 – ALFABETO RUNICO
Ore 23.30 – Proiezione del documentario “Fuori Binario”, con il regista Giuseppe Sansonna

✔ 7 Agosto
Cantar Viaggiando ➡️ treno San Severo – Cagnano Varano
Un viaggio slow a bordo dei treni delle Ferrovie del Gargano
Ore 19.00 – Conversazione con BEPPE LOPEZ, autore del libro “Matteo Salvatore, l’ultimo cantastorie”, Aliberti Editore, accompagnato da PASTA NERA JAZZ TRIO

Paesaggi Sonori ➡️ Centro storico di Cagnano Varano
Camminando… raccontando il paesaggio attraverso la musica, la danza, la letteratura, il teatro
Ore 20.00 – Esplorazione urbana nel centro storico di Cagnano Varano in occasione della rassegna Cavù 2018
Ore 21.00 – Teatro in musica con KORE ENSEMBLE, Mito, rituale e ballo della terra di Puglia

✔ 8 Agosto
Cantar Viaggiando ➡️treno San Severo – Carpino
Un viaggio slow a bordo dei treni delle Ferrovie del Gargano
Ore 19.00 – Dialogo tra percussioni in movimento con PEPPE LEONE detto Pepperino

Paesaggi Sonori ➡️ Carpino
Camminando… raccontando il paesaggio attraverso la musica, la danza, la letteratura, il teatro
Ore 20.30 – Esplorazione urbana nel centro storico di Carpino
Ore 21.00 – Teatro in musica con LINA SASTRI, Appunti di viaggio

✔ 9 Agosto ➡️ Carpino
La notte di chi ruba donne, concerti della tradizione (Centro storico di Carpino)
Ore 21.00
Presentazione del volume fotografico “Carpino Folk Festival, un viaggio emozionale” con Tony Rizzo, Barbara De Finis e Emilia Sfilio, Secop Edizioni

Dalle ore 22.00
TARANTULA GARGANICA
CANTORI DI MONTE SANT ANGELO
CANTORI DI SAN GIOVANNI ROTONDO
LE INDIE DI QUAGGIÙ

✔ 10 Agosto ➡️ Carpino
Ore 21.00 – PEPPA MARRITI BAND, Ajeret
Ore 22.00 – FLO, La Mentirosa
Ore 23.00 – SLIVOVITZ, Liver
Ore 00.00 – TRICKY

✔ 11 Agosto ➡️ Carpino
Ore 21.30 – MOP MOP, A bastard performance of modern jazz
Ore 23.00 – RISERVA MOAC & BUKUROSH BALKAN ORKESTRA, Balkan, World, Patchanka
Ore 00.00 – I CANTORI DI CARPINO, Stile, storia e musica alla Carpinese
Ore 01.00 – CAPLETON, The Prophet

Direzione Artistica: Luciano Castelluccia
Produzione: Ass. Cult. Carpino Folk Festival
Ufficio stampa: CDP Service – Referente Ufficio Stampa: Francesca Fatone – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – 0882.375761

CONTATTI E SOCIAL
Facebook www.facebook.com/CarpinoFolkFestivalUfficiale
Web www.carpinofolkfestival.com
Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cartella Stampa: https://t.co/KXEQkrq4p3
Volantino: https://t.co/FXAK4Wldnt
Locandina: https://t.co/fpkHFtTs0j
Manifesto: https://t.co/MujVhSVi1q

#CONFERENZASTAMPA DI PRESENTAZIONE DEL CARPINO FOLK FESTIVAL E DI FESTAMBIENTESUD

Scritto da Super User. Postato in Blog

Lunedì 23, ore 10.30, Cineporto Foggia - Apulia Film Commission

#cff2018 #festambientesud #gargano #puglia #weshowpuglia #weareinpuglia

Legambiente FestambienteSud 25 luglio - 5 agosto
Carpino Folk Festival 6 - 11 agosto

Carpino Folk Festival e Festambientesud: due festival per la promozione e la valorizzazione del territorio garganico; insieme per presentare i programmi dell'estate 2018. La conferenza stampa è fissata lunedì il 23 luglio, alle ore 10,30 al Cineporto di Foggia (via San Severo).

FestambienteSud 2018, XIV edizione, è l’ecofestival delle questioni meridionali e della qualità culturale del territorio, “MEZZOGIORNO DI FUOCO”, questione meridionale: è l’ora di farla finita. È il tema di questa edizione. A un ricco cartellone musicale firmato da Paolo Fresu, con ospiti italiani e internazionali, si aggiunge un vario programma culturale con forum, mostre e laboratori.

Musica, tradizioni popolari, culture ed enogastronomia. C’è questo e molto altro al Carpino Folk Festival 2018, XXIII edizione, dal 6 all’11 agosto a Carpino - OGNI VOLTA CHE SI ENTRA NELLA PIAZZA, CI SI TROVA IN MEZZO AD UN DIALOGO. In sei giorni tanti interpreti della tradizione del Gargano, molta contaminazione, ospiti internazionali, progetti speciali, laboratori musicali. Se il 2017 è stato l'anno del rilancio del festival, il 2018 è invece quello della valorizzazione degli interpreti della musica di appartenenza del territorio.

Parteciperanno:

• Raffaele Piemontese, assessore al Bilancio e alle Politiche giovanili
• Leonardo Di Gioia, assessore Agricoltura Regione Puglia
• Aldo Patruno, direttore del Dipartimento turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio della Regione Puglia
• Luca Scandale, PugliaPromozione
• Rocco Di Brina, Sindaco del Comune di Carpino
• Giuseppe D’Urso, presidente Teatro Pubblico Pugliese
• Claudio Costanzucci, vice presidente Parco Nazionale del Gargano
• Umberto Russi, Ferrovie del Gargano
• Franco Salcuni, direttore culturale Festambientesud
• Vanessa Pallucchi, vice presidente nazionale Legambiente
• Pasquale Di Viesti, presidente del Carpino Folk Festival
• Luciano Castelluccia, direttore artistico del Carpino Folk Festival

In videoconferenza: Loredana Capone, assessore al Turismo Regione Puglia e Paolo Fresu, direttore artistico di Festambientesud.

Sono stati invitati i sindaci e amministratori di Monte Sant’Angelo, Vieste e S.Giovanni Rotondo.

 

 

T-SHIRT #CFF2018 IN OMAGGIO se diventi subito socio!

Scritto da Super User. Postato in Blog

Diventa socio dell'Associazione Culturale Carpino Folk Festival e avrai in omaggio la t-shirt ufficiale della ventitresima edizione #CFF2018!!!
I colori disponibili sono quelli esposti nelle varie taglie e modelli (femminile e maschile).

Il tesseramento e il suo rinnovo annuale ha un costo di 12€ più le eventuali spese di spedizione per tessera e t-shirt in omaggio.

Per ulteriori informazioni scriveteci via messaggio privato sulla fanpage ufficiale del Carpino Folk Festival! facebook.com/CarpinoFolkFestivalUfficiale

Per procedere al tesseramento segui la procedura paypal:

Scrivi 1) Colore 2) Taglia 3) M/F

PROGRAMMA CARPINO FOLK FESTIVAL 2017

Scritto da Super User. Postato in Blog

Tra i grandi protagonisti della XXII° edizione ci saranno l’artista ivoriano ALPHA BLONDY con i The solar system, formazione leggendaria del reggae africano; il chitarrista di etnia tuareg BOMBINO che incanta con il suo suono del deserto; e il cantautore VINICIO CAPOSSELA, interprete per l’occasione di un progetto speciale intitolato “Combat folk”. Accanto a loro la line up di concerti della ventiduesima edizione prevede la partecipazione del duo composto da CANIO LOGUERCIO & ALESSANDRO D’ALESSANDRO, recenti vincitori della Targa Tengo per il miglior album in dialetto, del giovane cantautore MALDESTRO e la presenza dei gruppi di riproposta regionale come SONIDUMBRA dall’Umbria, la MACINA dalle Marche, PIERO BREGA E ORETTA ORENGO del canzoniere del Lazio, KALASCIMA dal Salento ed infine come sempre I CANTORI DI CARPINO.

Il Festival della musica popolare e delle sue contaminazioni #CARPINO#GARGANO#PUGLIA
#cff2017 #memoriedalsottosuolo

5 – 10 Agosto | Laboratori Musicali
Lezioni pratiche/teoriche in contesti non formali in cui vengono esplorate le caratteristiche della musica e del ballo tradizionale e la conoscenza degli strumenti musicali usati dai cantori.
https://t.co/WW4WlABVN7

5 – 10 Agosto | Concorso Filmmaker
Con la forza comunicativa di brevi docufilm dar luce alla diversità delle bellezze storico-culturali e delle tradizioni del territorio garganico.
https://t.co/UMc9jIIfBT

5 – 8 Agosto | Escursioni nel sottosuolo
Un calendario di escursioni realizzato in collaborazione con i gruppi speleologici del Gargano per scoprire alcune delle cavità più significative di questo territorio, provando l’esperienza dello stretto rapporto con il sottosuolo e con la natura.
https://t.co/k2XM6m9QMq

5 Agosto – 17.26 Staz. San Severo
CANTAR VIAGGIANDO – Un viaggio slow a bordo dei treni delle Ferrovie del Gargano, tratta Foggia – Peschici Calenella.
Musica, teatro, danza e narrazione con:
Michele Morsilli, Geologo e Professore presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Ferrara. Matteo Pelorosso, Geologo. Michele Villetti, Batterista, percussionista e compositore.
PAESAGGI SONORI – Camminando… raccontando il paesaggio attraverso la musica, la danza la letteratura il teatro.
●Visita guidata nella necropoli di Monte Pucci, Vico del Gargano
● “E-Mago , i suoni della terra”. Il primo spettacolo scientifico-musicale dove i musicisti improvvisano direttamente con le frequenze emesse dalla Terra. Attraverso la tecnologia usata per le indagini geofisiche del territorio, è possibile trasformare i dati geofisici in frequenze musicali.
Matteo Pelorosso: geologo
Stefano Floris: geom. specialista acquisizione di dati geofici mediante tecniche EM
Michele Empler: Network Systems engineer – sonificazione dei dati geofisici
Riccardo Scorzino: sound engineer: sistema elettronico dei pedali per alimentazione
Michele Villetti: ideatore progetto EMAGO, percussionista e compositore

6 Agosto – 17.26 Staz. San Severo
CANTAR VIAGGIANDO – Un viaggio slow a bordo dei treni delle Ferrovie del Gargano, tratta Foggia – Peschici Calenella.
Musica, teatro, danza e narrazione con:
●Piero Brega e Oretta Orengo – Brega voce carismatica canzoniere del Lazio, Oretta del canzoniere internazionale, si ritrovano dopo trent’anni e iniziano a raccontare in musica la realtà del nostro paese come dei moderni cantastorie.
PAESAGGI SONORI – Camminando… raccontando il paesaggio attraverso la musica, la danza la letteratura il teatro.
●Visita guidata a Bagno di Varano, Cagnano Varano
Orchestra Bottoni, Un’orchestra e una voce, un viaggio tra la tradizione mediterranea e l’etnojazz

7 Agosto – 19.00 Staz. San Severo
CANTAR VIAGGIANDO – Un viaggio slow a bordo dei treni delle Ferrovie del Gargano, tratta Foggia – Peschici Calenella.
Musica, teatro, danza e narrazione con:
Canio Loguercio & Alessandro D’Alessandro con Fabio Renzi (segretario generale Symbola)
“Canti, ballate e ipocondrie d’ammore”
Fra appunti sparsi, chiacchiere, ballate e canzoni d’ammore a fil’e voce, una storia intima e condivisa sulla memoria, la bellezza e l’abbandono, nel ricordo dell’amico fraterno Matteo Fusilli, figlio di questa terra garganica, con il quale abbiamo imparato a scrivere parole nuove.
PAESAGGI SONORI – Camminando… raccontando il paesaggio attraverso la musica, la danza la letteratura il teatro.
●Visita guidata centro storico di Carpino
●LA NOTTE DI CHI RUBA DONNE – Concerti della tradizione
Incontri, documentari, presentazioni editoriali e concerti di musica tradizionale e di riproposta nel centro storico di Carpino.
Con Alessandro Alessandro Portelli, Mimmo Squilibri , Piero Arcangeli, Omerita Ranalli, intervengono, in voce e in musica: Antonella Costanzo, Susanna Buffa, Sara Modigliani, accompagnati da Alessandro D’Alessandro e Gabriele Modigliani.
Con Salvatore Villani e l’ensemble La Montagna del Sole “Vociantaur” (prima assoluta)

8 Agosto
Concerti della musica popolare e delle sue contaminazioni in Piazza del Popolo
Sonidumbra, gruppo di riproposta Umbro
Maldestro, nuovo cantautorato partenopeo
Bombino, il blues del deserto

9 Agosto
Concerti della musica popolare e delle sue contaminazioni in Piazza del Popolo
● LA MACINA, gruppo di riproposta Marche
Kalàscima , Psychedelic Trance Tarantella
Alpha Blondy & The Solar System (Official), la leggenda del Reggae dell’Africa occidentale in positive energy Alpha Blondy

10 Agosto
Concerti della musica popolare e delle sue contaminazioni in Piazza del Popolo
VINICIO CAPOSSELA, “Combat folk” (progetto speciale)
I CANTORI DI CARPINO stile ,storia e musica ” ALLA CARPINESE “

Qui la presentazione ufficiale https://t.co/dDoO5EtRtG
Qui invece la locandina da avere sempre a portata di mano http://www.carpinofolkfestival.com/images/2017/locandina.png

ELEMENTI CURRICULARI DI SPICCO DEGLI ARTISTI E STUDIOSI COINVOLTI NELLA XXII EDIZIONE DEL CARPINO FOLK FESTIVAL
#Piero_Brega è una delle più belle voci e delle figure preminenti del canto popolare italiano, per essere stato co-fondatore del Canzoniere del Lazio e per via delle tante collaborazioni artistiche, tra tutte, Giovanna Marini. Vincitore del Premio Ciampi, propone un concerto in duo con Oretta Orengo, che, con pienezza e calore, conduce il pubblico alla riscoperta di un repertorio, quello della canzone popolare italiana non solo da ascoltare, ma da compartecipare intensamente.
#Canio_Loguercio, musicista, poeta, architetto, performer. Finalista a tre diverse edizioni del Premio Recanati per la canzone d’autore, ha collaborato con vari musicisti ed ha pubblicato diversi CD. Conduttore, regista e autore di programmi con la RAI, ha ideato e realizzato numerosi progetti musicali tra cui ha la costituzione dell’Orchestra di Piazza Vittorio.
#Alessandro_D_Alessandro, organettista si dedica principalmente alla contaminazione dell’organetto con stili e armonie non propriamente di matrice etnica, anche attraverso l’utilizzo dell’elettronica. Ha collaborato con numerosi artisti, fra cui Sepe, Tesi, Galeazzi, Branduardi, Battiato, e Barra.
Loquercio e D'Alessandro sono Premio Tenco 2017. Canti, ballate e ipocondrie d’ammore è lo spettacolo che porteranno al Carpino Folk Festival. Una storia intima e condivisa sulla perdita, la memoria, la bellezza, l’abbandono, in compagnia di Fabio Renzi, nel ricordo dell’amico fraterno Matteo Fusilli, figlio di questa terra, con il quale abbiamo imparato a scrivere parole nuove.
#Fabio_Renzi, Segretario Generale e promotore di Symbola, Fondazione per le Qualità Italiane, si occupa di iniziative, progetti e ricerche su green e soft economy, le industrie culturali e creative, il Made in Italy. Ideatore e coordinatore del progetto Ape (Appenino Parco d'Europa), è capo segreteria del Presidente della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati. Da sempre impegnato sui temi dello sviluppo locale e della conservazione della natura, è stato responsabile Parchi e Territorio di Legambiente e fra i promotori della Federazione Italiana dei Parchi e delle Riserve Naturali. Con la Deputazione di Barcellona ha collaborato a Parc a Taula e a Mediterrart, dialoghi d'arte nel Mediterraneo.
#E_Mago sono professionisti del campo della scienza, dell'arte e della comunicazione che interagiscono al fine di costruire eventi unici e interamente site-specific, dando vita a un nuovo tipo di concerti basati sui suoni specifici provenienti dai luoghi degli eventi.
#Maldestro, cantautore, già Premio Tenco nel 2013, nel 2017 partecipa al Festival di Sanremo tra le nuove proposte classificandosi secondo col brano “Canzone per Federica” e vincendo il Premio della Critica del Festival e il Premio Jannacci. I Muri di Berlino è il titolo del nuovo disco di MALDESTRO. Un viaggio nelle sfumature dei sentimenti umani. Dalle convivenze ai treni sbagliati, dalle paure alle speranze profonde. Poter sperare, di intravedere un futuro migliore, attraverso piccole crepe, che per rabbia o per amore, riusciamo a creare, disegnare, sui muri che tiriamo su dentro di noi.
#Orchestrabottoni, un'orchestra e una voce, un viaggio musicale e culturale tra la canzone d'autore, la tradizione mediterranea, il jazz e molto di più! Una big band composta esclusivamente da organetti, arricchita dalla voce e dalla ritmica, nata dall’evoluzione della Piccola Orchestra La Viola e dall’incontro di musicisti delle province di Roma, Frosinone, Latina e Napoli. Formazione di ispirazione popolare con influenze mediterranee, è considerata uno dei gruppi più inediti nel panorama della world-music italiana, forte di numerose collaborazioni con musicisti come Daniele Sepe, Peppe Barra, Angelo Branduardi e Franco Battiato e di un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero. Il disco d’esordio dell’Orchestra Bottoni è stato finalista al Premio Tenco 2015 e secondo al Premio Loano 2014.
#Kalascima, attivi da oltre 15 anni, sono una delle più importanti ed innovative band del nuovo panorama della musica world italiana, che porta la musica popolare salentina fuori dal revival e delle ballate nell’aia per proiettarla nella modernità, “rigenerandola” attraverso la tecnologia. Quello dei KALÀSCIMA è un neofolk urbano nel quale i ricordi di una civiltà contadina ormai travolta dalle estetiche contemporanee dialogano con i suoni e i rumori che ci avvolgono nella quotidianità odierna. Con numerosi concerti alle spalle, dall’Australia all’America Latina, dal Nord Europa al Medio Oriente, i Kàlascima presentano a Carpino il loro ultimo lavoro, “Psychedelic Trance Tarantella”, nel quale spicca la collaborazione del maestro Ludovico Einaudi.
#Bombino, il blues del deserto. Nato e cresciuto in Niger, ad Agadez, nella tribù berbera dei Tuareg, Ifoghas, è uno degli esponenti più importanti della nova “worl music” a livello mondiale, il suo nome è accostato a quelli di colleghi come Robert Plant e Gogol Bordello. "Azel" è l'ultimo album di Bombino, pubblicato lo scorso anno. Il suo tour mondiale prevede date prossime in Portogallo, Francia, Inghilterra, Germania, Cipro, Faroe Island, Svizzera, ect. In Italia al momento, dopo l'esibizione al Primo Maggio di Roma, sono previste solo una data ad Udine e quella di Carpino. Una prima per l'intera area dell'Italia meridionale e centrale.
#Alpha_Blondy, la leggenda del Reggae dell’Africa occidentale. La sua fama è pari a quella dei grandi artisti giamaicani, da Bob Marley a Burning Spear. “Positive Energy” è il nuovo album di Alpha Blondy pubblicato a maggio 2017. Dopo un periodo di assenza l'artista è in tour europeo quest'estate: tra le prime tappe confermate ci sono paesi come Spagna, Belgio, Olanda e Germania dove si esibito sul palco del Summerjam a fine giugno. Per quanto riguarda l’Italia, le tappe sono tre: Alpha Blondy è stato a Treviso, nei prossimi giorni a Matera e subito dopo al Carpino Folk Festival.
#Vinicio_Capossela è il miglior cantautore italiano della sua generazione, ma soprattutto uno dei pochi artisti totali che la scena nazionale abbia espresso negli ultimi anni. "Combat Folk" è il nome che Vinicio Capossela ha dato all'atto unico che realizzerà al festival di Carpino. L'estate 2017, infatti, lo vedrà protagonista non di una consueta tournée di concerti, ma di una serie di atti unici con i quali attraverserà l'Europa e l'Italia in luoghi significativi, come nel caso di Carpino luogo simbolo della musica dei cantatori della musica popolare italiana. Non è un tour, né uno spettacolo che si ripete, ma un esercizio di eclettismo. «L’atto unico è come una piroetta, un prototipo – scrive Vinicio Capossela – Una barchetta di carta che si mette in acqua e poi si capisce se affonda quando non c’è più tempo per salvarla o per riprovarci. E’ una disciplina che educa a non mettere da parte nulla. Come il potlach, la distruzione rituale dei beni. Come i castelli di sabbia, edificare qualcosa che verrà immediatamente cancellato dalla prima mareggiata. Non si fa a tempo di capire cosa è davvero successo, che ecco, è già finito. Si riconosce dalla coda, ed è un pesce che si immerge veloce. Per darci il giusto di rimettersi di nuovo, subito a pescare».
#Sonidumbra, gruppo di riproposta Umbro. Nascono nel 1997 come gruppo di ricerca e riproposizione con l’obiettivo di valorizzare, diffondere e restituire voce alla tradizione orale dell’Umbria. Fin dagli esordi Sonidumbra si è posto l’obiettivo di conoscere profondamente e fare proprie le espressioni vocali-strumentali della musica umbra attraverso le fondamentali, seppur esigue ricerche storiche conosciute, ma anche grazie ad una meticolosa ricerca sul campo e all’incontro con i maggiori rappresentanti della cultura tradizionale. E’ anche grazie a questa continua interazione-collaborazione con gli informatori che il gruppo ha fatto proprie le prassi esecutive e i riti della civiltà contadina nella prospettiva di una ripresa funzionale ad un ascolto moderno.
#La_Macina, gruppo di riproposta Marche. Musiche e testi, voci, canti e visioni convergono nel raccontare la densità e la bellezza della proposta artistica del gruppo più rappresentativo delle Marche, fondato nel 1968 da Gastone Pietrucci, avviato allora, secondo lo spirito dell’epoca, a una produzione caratterizzata da un’esemplare aderenza ai moduli espressivi della tradizione, rilevati in lunghe campagne di ricerca e dalla viva voce dei principali depositari dei repertori popolari, ai quali dedicano opere davvero emblematiche come il disco sui canti della filanda e, a firma dello stesso Pietrucci, il volume sui canti popolari marchigiani che è tuttora la più estesa raccolta di testi di musiche di tradizione orale nell’ambito regionale. Da allora sono seguiti ben 18 album e numerose pubblicazioni a stampa che consentono di seguire, come in una rappresentazione in presa diretta, l’evoluzione di un gruppo musicale che, forte del proprio radicamento nel cuore della tradizione, si apre progressivamente ad altre esperienze, incrociando nel suo cammino altre voci ed espressioni della cultura musicale italiana, da Giovanna Marini a Rosanna Casale, da Moni Ovadia alla banda Osiris fino ai Gang. L’intento che persegue ‘l’aedo malinconico e ardente’ nel condurre il suo gruppo su sentieri poco o nulla battuti è sempre quello di rinnovare una plurisecolare tradizione di canto, negando decadenze e anacronismi, per ribadire la propria volontà ostinata e contraria di durare nel tempo e parlare ancora alla sensibilità dei contemporanei.
#Vociantaur (La voce di Tauro) - Spettacolo in prima assoluta, ideato e diretto da Salvatore Villani, per voce recitante, ensemble vocale e strumentale "La Montagna del Sole" composta interamente da artisti locali Gino Annolfi, Vittoria Di Stolfo, Ciro Iannacone: voce e chitarre - Mauro Semeraro: mandolino, bouzuki - Salvatore De Iure: piano - Antonio Pizzarelli: fiati - Antonio Sciscioli: fisarmonica - Lorenzo Vaira: tamburelli.
Nelle notti di tempesta, secondo una leggenda dei paesi che si affacciano sul lago di Varano, dalle profondità del lago si leva il lamento del re Tauro, come il cupo muggito di un toro, venuto a piangere sulle rovine della mitica città di Uria. Questo re, avaro e assai malvagio, fu punito da Dio, assieme ai suoi sudditi, per la dissolutezza dei costumi. Una notte, dopo una gran festa, Iddio fece innalzare le acque del lago fino a ricoprire l'intera città. Nessuno si salvò da tale catastrofe, solo una buona fanciulla che si chiamava Nunzietta. Nunzietta canta una ninna-nanna al suo bambino e gli racconta questa storia, mentre Tauro si fa viva voce nella narrazione di memorie sepolte nei meandri più reconditi del sottosuolo.
#I_Cantori_di_Carpino, eccellenza della musica tradizionale del Gargano. Gruppo di individualità musicali d’eccezione di Carpino intorno ai quali negli anni si sono concentrate le attenzioni dei ricercatori e soprattutto degli artisti per trovare in loro una proficua fonte di ispirazione e di contaminazione fra musica colta e musica popolare.
Completano la programmazione #Piero_Arcangeli (etnomusicologo e compositore, già direttore del Conservatorio di Terni), #Omerita_Ranalli (antropologa, responsabile dell’Archivio Franco Coggiola di Roma), #Alessandro_Portelli (presidente del Circolo Gianni Bosio e tra i massimi esponenti al mondo della storia orale, autore di opere magistrali anche nel campo delle tradizioni musicali) #Mimmo_Ferraro (coordinatore Rete Archivi Sonori Musiche di Tradizione Orale e direttore editoriale Squilibri) che ci faranno immergere nei suoni della tradizione centro-meridionale (Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria) dialogando attorno ad alcune pubblicazioni di rilevante interesse riguardo le tradizioni musicali dell’area sulle quali interveranno, in voce e in musica, alcune delle più belle voci della canzone popolare italiana, come: #Antonella_Costanzo, #Susanna_Buffa, #Sara_Modigliani, accompagnate dall’organetto di Alessandro D’Alessandro e dalla chitarra di #Gabriele_Modigliani.

Seguirà pubblicazione singole schede per la promozione, l'informazione e la formazione del pubblico.

Premium Downlaod Templatesby bigtheme.org

Дървен материал от emsien3.com

Online bookmaker Romenia bet365

Germany bookmaker bet365 review by ArtBetting.de