Area Sosta - Camping

Scritto da Super User. Postato in Blog

Siamo certi che per molti di voi questa sarà una grande notizia.

Leggete bene..quest'anno al #cff2014 ci sarà un'area campeggio che vi permetterà di vivere l'evento dal primo all'ultimo giorno.
ADESSO NON AVETE PIU' SCUSE PER NON VENIRE A CARPINO!

A seguito di apposita richiesta, il Sindaco del Comune di Carpino ha concesso l'autorizzazione all'Associazione Culturale Carpino Folk Festival di permettere ai propri associati il campeggio libero, per il periodo dal 04 al 10 Agosto 2014 in occasione della XIX edizione del Carpino Folk Festival, nell'area del campo da calcio posto all'ingresso del paese.
Non si tratta di una struttura fissa dedicata al campeggio, ma di un area in cui per gli associati sarà possibile il campeggio libero con l'uso di acqua, dei bagni e delle docce.
L’ingresso nel campeggio comporta l’accettazione e la piena osservanza del REGOLAMENTO che potrà essere integrato, a parte, da norme aggiuntive che la Direzione riterrà idonee.

Nel 2017 per esigenze legate alla sicurezza degli eventi non è stato possibile avere un area attrezzata. Cercare su Google i camping balneari situati a pochi km da Carpino.


Il regolamento è scaricabile qui.

Ho aderito alla campagna di tesseramento

Scritto da Super User. Postato in Blog

Ti Ringraziamo per il tuo sostegno economico dato all'Associazione Culturale Carpino Folk Festival. Devi sapere che che le risorse finanziarie private della nostra Associazione poggiano quasi esclusivamente sulle “Quote Associative” e sulle donazioni.
Aiutaci! Condividendo questa pagina fai sapere ai tutti i tuoi amici di apprezzare il lavoro svolto dall'Associazione ed è per questo che hai aderito alla campagna di tesseramento 2015.

Se non l'hai ancora fatto anche tu "Investi nel Futuro!"
Clicca qui invece per diventare nuovo sostenitore oppure per rinnovare la tessera.

Tesseramento 2014 - INVESTI NEL FUTURO!

Scritto da Super User. Postato in Blog

"Investi nel futuro!" E' questo il messaggio che accompagna la campagna tesseramento 2014 dell'Associazione Culturale Carpino Folk Festival.  

La costruzione del futuro conta sul contributo di tutti, senza distinzioni - spiega il presidente del CFF, Mario Pasquale Di Viesti - ed è questo lo spirito che accompagnerà la nostra campagna di tesseramento per il 2014. In un momento storico segnato da una profonda crisi economica si ha necessariamente bisogno di massima coesione di tutto il territorio per sostenerlo, valorizzarlo e migliorarlo, ma anche di tutti quanti credono nel patrimonio culturale immateriale come elemento di sviluppo delle nostre comunità.

Cultura e tradizioni del territorio, radici di identità e patrimonio da valorizzare sono vettori simbolo di un passato che non dimentica ma si rinnova, accogliendo nuovi stimoli – anche di positiva contaminazione multietnica - per rafforzare i rapporti e le relazioni intergenerazionali ed anche meglio permettere il dialogo sociale.

Per informazioni sulla campagna tesseramento 2014 è possibile consultare il sito www.carpinofolkfestival.com oppure contattare il resp. Antonio Manzo, al 3462458058 H24 oppure all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La quota per il tesseramento è di soli 10,00 euro.
Ai tesserati andrà il 10% di sconto sull'acquisto di beni e servizi del Carpino Folk Festival 2014 e di tutte le altre iniziative di natura ricreativa organizzate dall'Associazione fino al momento dell'avvio della successiva campagna di tesseramento (ristoro, maglietta, corsi & stage).

Per quanti volessero avere la tessera del festival è possibile versare la quota di 10 euro anche online con il sistema PaYPal.

Festa della Pesatura delle Fave di Carpino 29/Giugno/2014

Scritto da Super User. Postato in Blog

Il Disciplinare di Produzione della Fava di Carpino racconta le procedure tradizionali per la coltivazione di questo prezioso seme e all'articolo 10 parla della raccolta: "si effettua nel mese di giugno quando le piante sono ingiallite, si falciano a mano e si legano in covoni detti "manocchijë", che si lasciano a seccare sul campo. Nel frattempo si predispone un'area detta "arijë", dove il terreno viene arato, bagnato, coperto di paglia e pressato.
Quando i "manocchijë" sono ben secchi (fine giugno-luglio, dipende sempre dal clima), si sistemano sull'arijë e si passa alla fase della "pësaturë" che si articola in diverse fasi: la 1° consiste nello schiacciare le piante, un tempo questo avveniva con l'ausilio di cavalli che giravano in tondo nell'arijë governati da un agricoltore che stazionava al centro di essa; la fase successiva consiste nel separare con forche di legno la paglia dai legumi mediante l'eliminazione della paglia dall'arijë; l'ultima fase consiste nel separare le fave da residui di vegetazione molto piccole, quindi le fave con la pula, mediante pale di legno, vengono gettate in aria in modo che l'azione della brezza separi il legume dalla pula".
Il Disciplinare di Produzione, riconosciuto da Slow Food, deriva dal racconto di un lavoro antico: è Carpino che lo ha narrato e lo ha mostrato ai ricercatori, ed è dal 2002 che giovani produttori cercano di fare al meglio il loro duro lavoro per portare nel piatto questo legume così radicato nella nostra Terra da essere elencato nell'Atlante dei Prodotti Tradizionali di Puglia come: "Vicia Faba Major, Ecotipo Fava di Carpino"

L'associazione "Fava di Carpino" in collaborazione con l'Associazione Culturale Carpino Folk Festival e la Proloco organizza "La Festa della Pesatura delle Fave" che si terrà il 29 Giugno a Carpino, secondo le antiche tradizioni contadine.
Le fave di Carpino sono un Presidio Slow Food sostenuto dal Parco Nazionale del Gargano.

Il programma della Giornata:
Ore 8:00 Raduno e colazione presso l'azienda Agrituristica L'oasi
Localita' Piscina Vecchia - CARPINO (FG) ITALIA

Ore 9:00 Camminata attraverso la Piana di Carpino
(abbigliamento consigliato: pantaloni leggeri, maglia a maniche corte, scarpe comode, consigliate quelle da trekking, e cappellino)
Ore 10:30 Arrivo nell'arijë inizio della pesatura secondo le antiche tradizioni
Ore 12:30 Aperitivo/Pranzo alla frescura degli ulivi secolari dell'azienda agrituristica L'oasi
Ore 15:00 Siesta
Ore 17:00 Laboratori didattici e formativi sui legumi di Carpino a cura delle aziende agricole: Cannarozzi M., Di Nunzio, Ortore, Cannarozzi F. e Di Mauro D.
Ore 19:00 Cena - Percorso gustativo e sensoriale a cura delle aziende agricole di Carpino con abbinamenti di vini a cura di Daunia Enoica
Az. Agr. Cannarozzi Michele - crostini con fave e cicoria e con passata di cicerchie
Az. Agr. Ortore Mario - zuppa di fave con origano e cipolla
Az. Agr. Di Nunzio Mario - riso con fave
Az. Agr. Cannarozzi Francesco - fave con zucca
Az. Agr. Di Mauro Domenico - pancotto con fave e patate
Ore 20:00 3 Chef X 3 Legumi - Gli chef rivisitano i legumi (fava, ceci e cicerchie) di Carpino con: Peppe Zullo (Villa Jamele - Orsara di Puglia), Domenico Cilenti (Porta di Basso - Peschici), Simone Biso (Cucina Meridiana - Carpignano Salentino)
Ore 21:00 Teatro in Musica con lo spettacolo: VOLARE - Io, Domenico Modugno "sogno di un ragazzo del Sud" di e con Nazario Vasciarelli

La festa è a numero chiuso (massimo 50 iscritti), la partecipazione comporta una sottoscrizione di € 20,00 a persona

Per Informazioni ed iscrizioni rivolgersi alla Sig,ra Maria Antonietta DI VIESTI 392.1195508

Per le prenotazione POSTEPAY numero della carta: 4023 6006 6049 5963, intestata a Di Viesti Maria Antonietta

Le fave di Carpino sono un Presidio Slow Food sostenuto dal Parco Nazionale del Gargano.

La festa è a numero chiuso (massimo 50 iscritti), la partecipazione comporta una sottoscrizione di € 20,00 a persona

Altre Info: http://www.fondazioneslowfood.it/pagine/ita/presidi_italia/dettaglio_presidi.lasso?-id=3261#.U5dYahamRd0


Sinossi: VOLARE - Io, Domenico Modugno "sogno di un ragazzo del Sud" di e con Nazario Vasciarelli
Nel 1958, un ragazzo del Sud, cantando questi versi comincia a Volare nel firmamento dei più celebri cantanti di sempre: con un solo gesto, quello di aprire le braccia come un uccello che spicca il volo, “Mimmo” Modugno conquista con la sua fisicità mediterranea, con la sua esuberanza scenica, un pubblico planetario, cantando di Sogni meravigliosi, sogni che fanno volare verso mete sconosciute, dove il senso di tutto è la felicità di esistere e di cantare.
Ripercorrendo la vita di Modugno - dalle origini di un piccolo pase del sud alla grande città- l’attore Nazario Vasciarelli recita e canta alcuni dei capolavori del grande artista ( da Meraviglioso ad Amara terra mia, passando per Vecchio Frack, Lu pisci spada, Resta cu me e Ma come hai fatto) accompagnandosi con la chitarra e sfoggiando il tipico ritmo tambureggiato alla Modugno.
Grazie ad un attento lavoro di studio sul personaggio e ad un approccio tipicamente attoriale, l’attore protagonista, Nazario Vasciarelli, raccontata suona e canta in prima persona alcuni degli episodi più salienti della vita di Domenico Modugno, rendendogli l’omaggio che ogni artista impegnato proveniente dal Sud non può non riservare ad un canta-attore straordinario, che ancor oggi continua ad ispirare generazioni di artisti provenienti dallo stesso Mezzogiorno assolato e a volte amaro del grande Mr. VOLARE.

In mostra alla Festa della Pesatura delle Fave di Carpino la Pittura di Franx Ciava
INCLINAZIONI

Francesco Ciavarella in arte Ciava nasce nel 1978 a San Giovanni Rotondo (FG). Consegue la maturità classica, intraprende la carriera universitaria iscrivendosi alla facoltà di Agraria a Firenze. Inizia, nel contempo, a lavorare nell’azienda vitivinicola di famiglia. Sin da piccolo è affascinato da un linguaggio artistico poco convenzionale che spazia dalla musica all’arte figurativa. Trascorre un’adolescenza inquieta che trova riscontro nell’arte di Edvard Munch. Da lì inizia a dipingere con le tempere su carta, scene di paesaggi notturni pieni di atmosfere crepuscolari. Dopo qualche anno stanco dell’approccio tecnico, si cimenta nel disegno astratto con le chine su carta creando forme caotiche e al contempo evanescenti in movimento. Per qualche anno abbandona la pittura cimentandosi nella musica, componendo diversi lavori che non verranno mai pubblicati. Nel contempo viene incuriosito della forme materiche di Alberto Burri, e dall’action painting di Jackson Pollock che lo traghetteranno nella sua ultima esperienza artistica. Questo periodo segna la maturazione delle sue capacità espressive, convogliando l’action painting alle contaminazioni materiche. Nelle sue opere su pannelli rigidi imprime il segno dell’artista versatile, che gioca con la materia ora densa, ora rarefatta, scrutando superfici differenti (ferro-legno-plastica-gesso), coniugando climi miti ed oscure profondità. Nel 2011 entra a far parte dell’associazione artistica Ecsarte di Foggia. Vive ed opera ad Apricena (FG).

Festa della Transumanza del Gargano

Scritto da Super User. Postato in Blog

Festa della Transumanza del Gargano

25 aprile 2014

Determinati da un'autentica passione per le tradizioni del nostro territorio siamo partiti, da un'ideazione del nostro Luciano Castelluccia, per organizzare una nuova avventura: una passeggiata con i pastori e le mucche podoliche lungo gli antichi sentieri della transumanza garganica. Carpino 25 aprile 2014.
La transumanza garganica, piano-montagna, avveniva in loco e manteneva caratteristiche e organizzazione simili al fenomeno secolare della grande transumanza che dagli Abruzzi portava greggi, mandrie e pastori verso il Tavoliere e il Gargano percorrendo le vie naturali dei tratturi.
Sulla montagna del sole la zona più adatta alle pecore era quella di San Giovanni Rotondo, il paese dei pastori, dove la pastorizia, in genere, era totalizzante rispetto agli altri paesi del Gargano. Di pecore se ne trovavano anche a San Marco, ad Apricena, a Rignano, a Sannicandro, a Carpino, a Cagnano, ecc. Moltissimi erano gli allevamenti di capre sul Gargano. Assai diffusi lo erano nei paesi confinanti con la Foresta Umbra, cioè vicino Monte Sant'Angelo, Mattinata, Vieste, Vico, ma ce n'erano molti anche a Sannicandro, a San Marco in Lamis e in genere su tutto il territorio garganico, dove la capra nera era forse l'animale più diffuso.
Nelle Puglie ed in particolare su tutto il promontorio era particolarmente diffusa la Vacca podolica. La Podolica del Gargano è una razza allevata allo stato brado e che quindi offre carni sapide, sane, ricche di sali minerali dal suo latte vengono prodotti ricotte e formaggi dai sapori unici, come il caciocavallo podolico.
Il prossimo 25 aprile dal piano alle colline di Carpino proveremo a valorizzare il territorio facendo conoscere la transumanza dei pastori del Gargano, non un semplice trasferimento ma uno vero e proprio stile di vita.
L'idea è quella di una lunga festa in campagna, un modo, un'occasione semplice per stare insieme ai pastori garganici e vivere intorno ai bracieri degli arrosti la loro solidarietà e la loro cultura ricca di storie di briganti, epopee cavalleresche di paladini, storie di santi, canti, cunti, fiabe, favole, ecc.

PROGRAMMA


Ore 6:30 RITROVO presso Distributore Carburante Varano Petroli - Carpino

Ore 7:00 PARTENZA Località TARTARETA (Agro Ischitella), percorso 8km circa a piedi (abbigliamento a cipolla, scarpe comode, acqua)
        
Ore 9:30 ARRIVO Località CAMINIZZO Azienda Zootecnica FACENNA                                    

Ore 10:00 Mungitura e Colazione Podolica

Ore 11:00 Lavorazione del latte e dei Formaggi
                                                
Ore 12:30 Pranzo Podolico Sociale
    
Ore 15:00 Laboratorio per la Costruzione dei Cesti Tipici
- Musica e Balli con Suonatori e Cantatori Spontanei

Ore 16:00 Escursione - Pascolo della capra Garganica

Ore 18:00 Giochi Tradizionali: Mazzë a Curtë e Savëza n’goddë
- Musica e Balli con Suonatori e Cantatori Spontanei    
        
Ore 20:00 Cena Podolica Sociale
    
Ore 22:00 NOTTE PODOLICA con
- SIGNORë LIBRëCëNë/play-pist
- METANO’s  DJset Podolico
- NOMAD DJset Ariano Folk festival
- SALENTOinDUB DJset

Posti limitatiLa festa è rigorosamente a numero chiuso.

Le prenotazioni sono tutte completate. Abbiamo registrato sold out con due giorni di anticipo.
E' un grande sforzo, ma le cose vanno nella direzione giusta, stiamo lavorando 24 ore su 24.
Abbiamo stabilito il numero chiuso per rispetto della natura dei luoghi, degli animali e delle persone che ci ospiteranno, quindi ringraziamo quanti hanno accolto il nostro invito e ci scusiamo per quanti non potranno essere partecipi di questa festa.

Vi preghiamo di non effettuare più pagamenti!

La procedura di prenotazione è molto semplice, per effettuarla si impiega in media non più di 1-2 minuti ed è costituita dai seguenti passaggi: Prenotare pagando online la Quota Associativa Podolica tramite Paypal con l'uso della carta di credito, quindi scegliere la quota e cliccare su iscriviti.

Quota Associativa Podolica

oppure provvedere al pagamento delle medesime quote tramite bonifico intestato a "Associazione Culturale Carpino Folk Festival" - IBAN: IT91J0578778330131570094406 (Banca Apulia); Nella causale scrivere "LaFestadellaTRANSUMANZA"Infine confermare la prenotazione inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con nominativi e numero documento d'identità dei partecipanti (da presentare il giorno dell'evento). È consigliabile lasciare anche un recapito telefonico.Tel| +39 393.1753151FB| www.facebook.com/cronogargarosMail| Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ACCREDITO GIORNALISTI, FREELANCE, BLOGGER, FOTOGRAFI E OPERATORI

La festa della TRANSUMANZA non è aperta a tutti, ma riservata, oltre ai partecipanti/tesserati, solo a giornalisti, fotografi, freelance, Blogger e operatori di: quotidiani, agenzie di stampa, tv/radio, website/blog e riviste specializzate o contenenti sezioni di musica, arte, cultura. Per accreditarsi alla festa della transumanza è indispensabile inviare per email l'incarico su carta intestata del giornale o della testata giornalistica oppure copia di un articolo pubblicato oppure colophon del giornale o Url del blog nel quale compare il proprio nome. Non è sufficiente mostrare solo la tessera giornalistica o da fotografo. Nella mail oltre alla documentazione occorre inviare il prima possibile all'ufficio stampa email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. i seguenti dati: Nome* Cognome* Qualifica* Telefono cellulare* E-Mail* Per informazione contattare Domenico Antonacci Tel| +39 393.1753151 FB| www.facebook.com/cronogargaros Mail| Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Premium Downlaod Templatesby bigtheme.org

Дървен материал от emsien3.com

Online bookmaker Romenia bet365

Germany bookmaker bet365 review by ArtBetting.de